La leggenda del morto contento.pdf

La leggenda del morto contento

Andrea Vitali

È il 25 luglio 1843, una mattina destate senza una nube e con una luce che ammazza tutti i colori. Due giovani in cerca davventura salpano su una barchetta con tre vele latine. Dal molo di Bellano, li segue lo sguardo preoccupato del sarto Lepido: non è giornata, sta per alzarsi il vento. Limbarcazione è presto al largo, in un attimo lo scafo si rovescia. Unimprudenza. Una disgrazia. Ma la tragedia crea un problema. A riva viene riportato il corpo dellirrequieto Francesco, figlio di Giangenesio Gorgia, ricco e potente mercante del paese. Il disperso è Emilio Spanzen, figlio di un ingegnere che sta progettando la ferrovia che congiungerà Milano alla Valtellina. Due famiglie importanti. Bisogna a tutti i costi trovare un colpevole. Per la prima volta, Andrea Vitali risale il corso del tempo verso lOttocento, per raccontare un altro squarcio della sua Bellano. Ritroviamo così leco della dominazione austriaca, con i notabili e i poveracci, gli scapestrati e le bisbetiche, le autorità e gli ubriaconi... Tra lacrime e sorrisi, La leggenda del morto contento racconta una storia di padri e di figli, di colpevoli e di innocenti, di giustizia e di malagiustizia: ottocentesca, ma solo in apparenza. Nel luglio del 1843 sul Lago di Como le giornate sono splendide. Il cielo è azzurro come solo le volte di Giotto nella cappella degli Scrovegni a Padova, ma senza le stelle. E chiunque direbbe che un sole così enorme e magnifico, unico sovrano dell’aria pulita che sa di acqua, non basta. Proprio che un sole così bello, da solo non può bastare. Per assecondare questi pensieri universali il riflesso sul lago immobile moltiplica l’abbaglio che chiunque osi tenere gli occhi completamente aperti riceve in dono. Non si vede più niente. Solo chi ha più esperienza, ha già visto, più volte. E sa quando è il caso, e quando no. Se hai una certa età, non serve essere un marinaio per capirlo. Puoi pure fare il sarto, tipo. E ti puoi pure chiamare Lepido. Lui, lo sa cos’è un abbaglio. Lo sa quando non è una giornata adatta per uscire in barca. Perché se si alza il vento cambia tutto. In un attimo. Veramente troppo poco per poter fronteggiare in tempo le intemperie nate da dove poco prima stava la quiete. In questi casi, di solito conviene non uscire. Ma una cosa così non è che tutti la sanno. Magari se è un ragazzo, lo deve imparare ancora. Ché se qualcuno gliela insegnava era meglio per tutti eanche per lui.Succede che questo lui è un figlio bene, il figlio di un molto ricco e potente mercante di Bellano, sul Lago di Como. Questo ragazzo, di nome Francesco, ha un padre con un nome pomposo come Giangenesio Gorgia. Sono una famiglia importante, loro. Si sappia in giro.Francesco, il 23 luglio 1843, con un sole così, decide di prendere una barchetta di 3 vele latine, come quelle triangolari che disegnano i bambini, e prendere il largo, al Lago di Como, partendo proprio dal molo del paese... Non da solo però, sarebbe imprudente. Un figlio importante almeno questo lo sa. Ci va assieme con l’amico Emilio che di cognome fa Spanzen. Un cognome che non promette bene in quanto a conoscenze nautiche… E infatti, Emilio è un milanese in vacanza sulle rive del lago, figlio dell’ingegnere che sta progettando la ferrovia per collegare Milano alla Valtellina. Una grande opera, di terra.Al largo in barca, Emilio e Francesco incontrano il vento, che non riconoscendo il loro elevato ceto sociale, rovescia lo scafo, e porta a riva il cadavere del figlio di Giangenesio. Una disgrazia in cui sono implicate famiglie molto e troppo importanti. Bisognerà trovare un colpevole.

Se "La leggenda del morto contento" è un titolo che già di suo invoglia al sorriso, non è una leggenda, no, che i libri di Vitali portino contentezza. Io li leggo appunto così, sorridendo, e dopo mi sento meglio, anche quando ci sono dei morti.

4.99 MB Dimensione del file
8811681510 ISBN
Gratis PREZZO
La leggenda del morto contento.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.lookbeyondthelabel.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

La Leggenda Del Morto Contento di Andrea Vitali scarica l’ebook di questo libro gratuitamente (senza registrazione). Libri.cx ti permette di scaricare tutti i libri in formato ebook (epub, mobi, pdf) che vuoi senza nessun limite e senza registrazione Cerchi altri libri di Andrea Vitali, guarda la pagina a lui dedicata Clicca per vedere i libri […] LEGGENDA DEL MORTO CONTENTO Autore: VITALI ANDREA Editore: GARZANTI - VARIA ISBN: 9788811602316 Numero di tomi: 1 Numero di pagine: 238 Anno di pubblicazione: 2018. Prezzo di listino: € 10,00 Sconto: 5 % Prezzo scontato: € 9,50

avatar
Mattio Mazio

Ecco a voi l’ebook La leggenda del morto contento - Andrea Vitali - pdf proveniente dal sito Libri.cx. Lo staff di Cultura digitale promuove la cultura digitale, condivide i libri che sono sul lito di libri.cx.. Nome del libro in formato ebook: La leggenda del morto contento - Andrea Vitali - pdf Incipit La leggenda del morto contento. La mattina del 25 luglio 1843 si annunciò sotto un cielo sgombro dalla più piccola nuvola, con una luce smorta che ammazzava i colori e un’aria densa del pesante odore dell’acqua di lago quando è ferma, misto di muschi e pesci morti.

avatar
Noels Schulzzi

Scopri La leggenda del morto contento di Vitali, Andrea: spedizione gratuita per i clienti Prime e per ordini a partire da 29€ spediti da Amazon.

avatar
Jason Statham

La Leggenda Del Morto Contento è un libro di Vitali Andrea edito da Garzanti a maggio 2018 - EAN 9788811602316: puoi acquistarlo sul sito HOEPLI.it, la grande libreria online. Ritroviamo così l’eco della dominazione austriaca, con i notabili e i poveracci, gli scapestrati e le bisbetiche, le autorità e gli ubriaconi. Tra lacrime e sorrisi, La leggenda del morto contento racconta una storia di padri e di figli, di colpevoli e di innocenti, di giustizia e …

avatar
Jessica Kolhmann

La leggenda del morto contento: È il 25 luglio 1843, una mattina d'estate senza una nube e con una luce che ammazza tutti i colori.Due giovani in cerca d'avventura salpano su una barchetta con tre vele latine. Dal molo di Bellano, li segue lo sguardo preoccupato del sarto Lepido: non è giornata, sta per alzarsi il … La leggenda del morto contento book. Read 10 reviews from the world's largest community for readers. È il 25 luglio 1843, una mattina d'estate senza una