La voce delle cose. Fonti orali e archeologia postmedievale.pdf

La voce delle cose. Fonti orali e archeologia postmedievale

M. Milanese (a cura di)

Il volume, estratto da Archeologia Postmedievale 9, contiene una serie di interventi sul ruolo giocato dalle fonti orali nella interpretazione delle evidenze archeologiche postmedievali. Si tratta di un contributo non solo di conoscenze, ma anche di chiarezza nella lettura del territorio, in quanto permettono di collocare in un preciso contesto cronologico strutture che rappresentano un settore significativo della storia del lavoro e delle società pregresse, investendo in qualche caso (come per gli insediamenti abbandonati) anche intere comunità.

Archeologia, 3), Milano 2003, pp. 323-335. La voce delle cose. Fonti orali e archeologia postmedievale, Atti del convegno di studi, (Pisa, 15 marzo 2002), a cura di M. MILANESE, «Archeologia Postmedievale », 9, 2005, pp. 7 – 106. Sulle Alpi Apuane nel Settecento. La Via Vandelli e il Casone di Ripanaia: storia,

5.51 MB Dimensione del file
8878143456 ISBN
La voce delle cose. Fonti orali e archeologia postmedievale.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.lookbeyondthelabel.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

Il corso di laurea magistrale in Archeologia offre agli studenti una solida formazione scientifica e metodologica nel campo delle discipline storiche e archeologiche, approfondendo la preparazione già acquisita dagli studenti nelle medesime discipline e in materie affini affrontate nel corso di base in Scienze dei Beni Culturali: pertanto il corso di laurea in Archeologia si propone come Uomini e cose Blog di Luca Pisoni. Pubblicazioni Pisoni L. 2011a in Press. - Oggetti e memorie tra fonti orali e archeologia: una ricerca sperimentale sul bandito Castrin (TN), Archeologia Postmedievale, n. 12, accettato il 31 marzo 2010 Pisoni L. 2011b in Press

avatar
Mattio Mazio

Dalle fonti (ad esempio un documento originale antico, o medievale) va sempre distinta la letteratura secondaria, ossia la produzione che dallo studio e dalla critica di quelle deriva.. I confini tra fonti e letteratura secondaria possono diventare labili in alcune circostanze, ad esempio perché quale sia la fonte e quale la letteratura secondaria dipende dall'obiettivo della ricerca o dalle La distinzione delle fonti storiche in primarie e secondarie si basa sui differenti soggetti dai quali tali fonti provengono.. Le fonti storiche primarie sono quelle che provengono direttamente dal periodo storico oggetto di studio senza che vi sia una mediazione da parte di uno storico.Ad esempio, se si studia la storia romana, le fonti primarie sono i documenti, i contratti, le monete, i

avatar
Noels Schulzzi

L’archeologia postmedievale. L’esame verterà sugli appunti delle lezioni e sulla conoscenza della seguente bibliografia: Modulo A. La voce delle cose. Fonti orali e archeologia postmedievale, a cura di M.Milanese, Firenze 2007, pp. 7 - 106. (testo reperibile alla CLU). Archeologia e fonti orali di un orto murato a Gignola (Fosdinovo - MS, Lunigiana) Ferrari, Lucia Conservazione materiale/conservazione culturale; Stagno, Anna Maria - Gattiglia, Gabriele Le uccelliere della Valdinievole tra archeologia postmedievale e fonti orali; Cornelio Cassai, Caterina - Michelini, Roberta - Librenti, Mauro

avatar
Jason Statham

del largo uso che fa delle fonti indirette: sono bellissime le considerazioni sul - le fonti orali nella sua Voce delle cose16) lo dimostra lo spazio che ho ritenuto 12 C. Wickham, Reflections: forty years of Archeologia medievale, pp. 213-216. 13 Manacorda, Lezioni, p. 69. 14 A. Augenti, Archeologia della città medievale, pp. 173-182. 15.

avatar
Jessica Kolhmann

1 nov 2017 ... Tale voce, sembra essere di origine persiana e indica sia la produzione dei manufatti che il luogo dove venivano realizzati. A Palermo quei ... siti archeologici, nonché ai princìpi che regolano lo scavo e l'analisi prelimina- re. ... na del tempo e della sua misurazione, valutando l'ampio ventaglio di tecniche ... realtà delle cose scavandone uno. ... nata voce / della montagna» (*). ... Se la Bibbia fu una delle maggiori fonti di ispirazione ... zioni orali delle diverse tribù.