Economia del desiderio. Freud, Deleuze, Lacan.pdf

Economia del desiderio. Freud, Deleuze, Lacan

Fabio D. Palumbo

Sfortunatamente, oggi, domenica, 26 agosto 2020, la descrizione del libro Economia del desiderio. Freud, Deleuze, Lacan non è disponibile su sito web. Ci scusiamo.

Visualizza il profilo di Fabio Domenico Palumbo su LinkedIn, la più grande comunità professionale al mondo. Fabio Domenico ha indicato 5 esperienze lavorative sul suo profilo. Guarda il profilo completo su LinkedIn e scopri i collegamenti di Fabio Domenico e le offerte di lavoro presso aziende simili. Tesi triennale STP. Jacques LAcan Introduzione: Jacques Lacan, sotto il segno di un ritorno a Freud, cerca di sovvertire e riorientare la direzione che stava prendendo l’insegnamento freudiano

5.93 MB Dimensione del file
8857528006 ISBN
Economia del desiderio. Freud, Deleuze, Lacan.pdf

Tecnologia

PC e Mac

Leggi l'eBook subito dopo averlo scaricato tramite "Leggi ora" nel tuo browser o con il software di lettura gratuito Adobe Digital Editions.

iOS & Android

Per tablet e smartphone: la nostra app gratuita tolino reader

eBook Reader

Scarica l'eBook direttamente sul lettore nello store www.lookbeyondthelabel.org o trasferiscilo con il software gratuito Sony READER PER PC / Mac o Adobe Digital Editions.

Reader

Dopo la sincronizzazione automatica, apri l'eBook sul lettore o trasferiscilo manualmente sul tuo dispositivo tolino utilizzando il software gratuito Adobe Digital Editions.

Note correnti

avatar
Sofi Voighua

FREUD, DELEUZE, LACAN. Martedì 5 Aprile 2016 a San Filippo del Mela, Fabio Domenico Palumbo parlerà del suo volume "Economia del Desiderio", una ricognizione delle molteplici prospettive sul soggetto desiderante e sull’oggetto del desiderio, all’incrocio tra orizzonte filosofico e contributi psicanalitici. Il desiderio. Il desiderio di Camille Dumoulié è un libro multidisciplinare, un percorso affascinante tra filosofia e psicoanalisi, scienze umane e scienze del linguaggio, letteratura ed estetica.

avatar
Mattio Mazio

Economia Del Desiderio. Freud, Deleuze, Lacan è un libro di Palumbo Fabio D. edito da Mimesis a giugno 2015 - EAN 9788857528007: puoi acquistarlo sul sito HOEPLI.it, la grande libreria online. Jacques Lacan (Parigi, 13 aprile 1901 – Parigi, 9 settembre 1981) è stato uno psichiatra, psicoanalista e filosofo francese, secondo alcuni uno dei maggiori del suo tempo.. Definito "lo psicanalista più controverso dai tempi di Freud", Lacan fu una delle personalità di spicco della corrente filosofico-antropologica strutturalista e post-strutturalista tra la fine degli anni cinquanta ed i

avatar
Noels Schulzzi

Diversamente dagli altri intellettuali a lui contemporanei (Deleuze, Foucault, Lyotard eccetera), che hanno fornito interpretazioni diverse ma sostanzialmente accomunate da un generico sostegno all’evento del Maggio, Lacan è sempre stato fermamente convinto che, piuttosto che “fermare il mercato del sapere”, i fatti del ’68 non hanno fatto altro che consolidarlo. LACAN riprende in maniera sistematica il tema del desiderio e lo caratterizza, ancor più che in Freud, attraverso la dimensione reale del linguaggio, cioè l’idea che l’inconscio è

avatar
Jason Statham

15 giu 2019 ... L'espressione tensione creativa significa che l'oggetto del desiderio non ... di Deleuze Guattari, avvenne in carcere, quando nella primavera del 1976 ... L' economia di accumulazione ti spinge continuamente a desiderare ma ... del rapporto tra il desiderio e la morte, che già si pose Freud alla sua maniera.

avatar
Jessica Kolhmann

Deleuze, quella del senso e quella della produzione, esistono anche, quasi parallelamente, ‘due Lacan’, l’uno del desiderio e l’altro del godimento. Forse in ciò risiede il cuore della divergenza interpretativa tra Recalcati e Žižek. Se è vero che sia Deleuze sia Lacan traghettano dal simbolico al Reale, dal In Subjects of Desire (1999) Judith Butler muove dalla teoria hegeliana del riconoscimento per seguire il leitmotiv del desiderio attraverso un lungo segmento della ricezione francese di Hegel e oltre – da Kojève a Hyppolite, Sartre, Lacan fino a Deleuze e Foucault – arrivando, al termine di questo intricato itinerario, a interpretare il Soggetto come una finzione determinata proprio dal